Come sensibilizzare e coinvolgere gli studenti, docenti e personale dell’Università di Modena e Reggio Emilia ai temi dei diritti civili, questa era la missione assegnata ai ragazzi del corso di ingegneria gestionale di Reggio Emilia.
Per l’esame del professore Matteo Vignoli il Team 10 composto dagli ingegneri Silvia Abbati, Letizia Cavazzuti, Andrea Cunsolo, Giuseppe Mundo, Nicola Rinaldini, Luca Zanardo e Giorgio Zucchi ha portato a termine un progetto di ricerca durato 5 mesi che ha dato esiti più che positivi. Con loro il tutor Dario De Lucia, consigliere comunale e organizzatore del primo gay pride di Reggio Emilia. Dopo una attenta analisi del contesto con un questionario che ha coinvolto più di 100 studenti, diversi incontri con Arcigay Reggio Emilia, Modena, Cassero di Bologna e l’associazione universitaria MoReGay oltre al coinvolgimento di più docenti di diversi dipartimenti i ragazzi hanno presentato i risultati del loro studio ieri al Padiglione Buccola al campus San Lazzaro di Reggio Emilia.

Il Team 10 è già riuscito a mettere in contatto la professoressa Roberta Mineo del dipartimento di Educazione e Scienze Umane con Arcigay Gioconda. Alberto Nicolini, presidente di Arcigay  realizzerà più videolezioni della durata di 15 minuti l’una, che tratteranno le seguenti tematiche: omogenitorialità, coniugalità e educazione al genere. I video realizzati saranno inseriti in formato BLECS sui corsi del docente, diventando parte integrante del programma d’esame. Già attraverso questo primo “intervento pilota” saranno raggiunti più di 400 studenti, senza considerare le possibilità future di espansione su altri corsi attraverso l’aggiunta di nuove tematiche e il consolidamento dei legami tra altri professori UNIMORE e Arcigay Gioconda.
Il Comitato Arcigay Gioconda ci tiene a ringraziare di cuore i ragazzi e ragazze del Team 10 per il lavoro di ricerca svolto con serietà e diligenza, il professor Vignoli e la professoressa Mineo per l’inizio di questa bella collaborazione.